Torna alla Home Page
 
INDICE STORIA TECNICA RIFLESSIONI E-MAIL LINKS FORUM
Arimar TOURING 340

Orbene , dopo tanto tempo, vi presento il Touring 340.
Visto che qualche amico del forum ha  espresso anche la curiosità  nei confronti di questo battello, vi posto le caratteristiche , il sistema " strano " delle sezioni dei tubolari , senza dilungarmi in impressioni, lodi e non lodi .

CARATTERISTICHE :
( dichiarate dal cantiere )

Materiale : PVC 1100 dtex
Lunghezza : 3,40 Mt.
Larghezza : 1,70 Mt.
Tubolari : D. 45
Comparti : 3 +1+1 ( Tubolari+Paramezzale+Pagliolo )
Peso : 42 Kg.
Portata Passeggeri : 5
Portata massima : 450 kg.
Mototrizzazione Massima ( Consigliata ) : 15 CV
Potenza Massima ( da certificato di omologazione ) : 24,8 Kw
Tipo di motore : Fuoribordo a Gambo Corto
Categoria di Progettazione : C
Ombrinali Di Scarico : 1

PRESSIONI ( dati forniti dal costruttore ) :

Tubolari interni ( o tubolari salvagente ) : 0,14 - 0,15 bar
Tubolare Principale : 0,18 bar
Pagliolo : 0,400 bar
Paramezzale : 0,18

PRESSIONI ( da tenere realmente per un corretto uso ) :

Tubolari interni : 0,14-0,15 bar
Tubolare principale : 0,18 bar
Pagliolo : 0,600 - 0,800 ( meglio 0,800 )
Paramezzale : almeno 0,20 bar ( il paramezzale và  tenuto gonfiato a " pelle di tamburo " )

 



BATTELLO :


Il battello viene fornito dentro alla sua sacca (che è proprio una sacca, aperta solo ad una estremità e piuttosto strettina) , di colore bianco.

Risulta meno comoda di quelle classiche " a lenzuolo", soprattutto se ci si deve infilare il gommone bagnato, salato o piegato senza eccessiva precisione.


Assieme al battello , vengono forniti :


- Remi e scalmi

- Gonfiatore a pedale (Bravo 10) con 2 uscite:

- bassa pressione, sino a 0,18 Bar per il gonfiaggio dei tubolari

- alta pressione, posta al centro della pompa, che consente di gonfiare fino a circa 0,600 bar il pagliolo di tipo H2p.
- Kit vario composto da: ( vedi foto partendo da sinistra e dall'alto verso il basso) :

- Pezze di varie dimensioni e colore ( le blu sono per la chiglia e le bianche per i tubolari ) ,

- Bottiglietta di colla

- Chiave a brugola per smontare il pagliolo ,

- Attacco per gonfiare le valvole dei tubolari ,

-Rondella di materiale gommoso da infilare nell'adattatore per gonfiare i tubolari ( per far miglior tenuta nel gonfiare il pagliolo ) ,

- Tappo dell' ombrinale di scarico di riserva .




SMONTAGGIO DEL PAGLIOLO E PAGLIOLO/PARAMEZZALE

Normalmente il pagliolo gonfiabile rimane solidale alla parte gommata e ripiegato insieme a questa.

E' però possibile toglierlo completamente per le operazioni periodiche di pulizia dell'interno carena.

Per smontare il pagliolo , si devono innanzitutto svitare le 2 viti svasate con la chiave a brugola in dotazione , come nella foto in modo da togliere dallo specchio di poppa il traverso di ritenuta posteriore:

Immagine
Immagine


Dopo avere levato l'" unghia " di legno, che alla fin fione ha solo il compito di proteggere i piedi del nocchiero dal contatto con le poarti potenzialmente taglienti, troviamo un profilato d' alluminio a "L", con all'estremità libera una feritoia in cui è infilata la parte terminale della fettuccia incollata al pagliolo. L'accoppiamento è a coda di rondine, più difficile da descrivere che da immaginare." tonda " .


Basta farlo scorrere lateralmente come nella foto per liberare completamente il pagliolo dalla parte gommata.

P.S. : La fettuccia che abbiamo appena visto , serve come ritenuta di sicurezza , in caso il pagliolo si sfili dalla sua sede .

Così , abbiamo il paglio libero dal gommone , per le operazioni di pulitura ( sia superiore che inferiore), da farsi più comodamente .

Immagine
Immagine

Sul lato inferiore del pagliolo è fissato il paramezzaler, ovviamente anch'esso pneumatico, lungo quanto il pagliolo stesso, a differenza di quanto avviene sugli Zodiac dove la chiglia "acti V si ferna a due tersùzi zùscarsi della lunghezza complessiva.

Rimane solamente un pò sfalsato verso lo specchio di poppa .... spunta circa di 1-2 cm rispetto il pagliolo : foto


Per tenerlo in sede durante il montaggio, all'Arimar hanno pensato bene di ricorrere a due fettucce di Velcro incollate al pagliolo.

Così si possono anche correggere eventuali errori di centratura.:

Rimane però il rischio che, non essendo fissato stabilmente al la carena, il paramezzale si "giri " durante l'assemblaggio, rimanendo cosìù comunque un pò sbilenco.

Immagine




PANCHETTA :


Per guidare più comodamente è possibiole attrezzare il gommone con una panca trasversale fissata ai tubolari.

Per economizzare un pò, il sistema di fissaggio sfrutta due maniglie uguali a quelle di movimentaziuone da fissare "strategicamente" all'interno del pozzetto...

Il montaggio e smontaggio della panchetta può essere fatto solo a gommone sgonfio...

Le maniglie ( optional assieme alla panchetta ) si possono incollare dove si vogliono ...

Io , ho chiesto di incollarle verso poppa, in modo che quando esco solo, posso guidare il gommo (a barra ) da una posizione centrale , per distribuire meglio i carichi laterali .

Ecco la foto con il particolare ( sotto la panchetta ) aggancio , che và  ad agganciarsi alle maniglie .... foto :
La panchetta , essendo appoggiata così larga , e per lo spessore che® ha  il legno , risulta un pò cedevole ...

Immagine



GONFIAGGIO DEL GOMMONE :

Immagine

Il gommone , hà  5 valvole ( 3+1+1 ) :

Come si vede dalla foto

Sono :

Nei tubolari :
- 2 di colore Grigio ( per " salvagente " )
- 1 di colore Nero , sfalsata rispetto alle altre 2 verso prua ( per il gonfiaggio " totale " )

Pagliolo :
- 1 di colore Grigio ( solo pagliolo )

Paramezzale :
- 1 di colore nero ; classica , tipo quella del paramezzale dei vecchi Zodiac

Per gonfiare il gommo , ho≤ il gonfiatore elettrico BRAVO 12 HP ...
Grande comodità  , e sopratutto consigliatissimo .

Per gonfiare il gommo , mi occorrono 3 adattatori : foto

 

Per comodità  e immediatezza , li ho marchiati con un pennarello colorato :

Rosso : per gonfiare i tubolari
Verde : per gonfiare il pagliolo
Non colorato : per gonfiare il paramezzale

Il ciclo di gonfiaggio è il seguente :

- Prima le valvole grigie dei tubolari , da portare subito alla pressione di esercizio di 0,14-0,15 bar .
- Valvola nera dei tubolari , da portare subito alla pressione di esercizio di 0,18 bar .
- Pagliolo , da portare subito a 0,400 bar ( io , ricordo che lo porto a 0,800 bar )
- Paramezzale , da portare subito a 0,18 bar ( io lo uso tirato a pelkle di tamburo tra gli 0,20 e gli 0,25 bar )

Immagine
Immagine



Come dicevo nel forum, questo gommo non ha  le classiche 3 sezioni distinte , ma 2 "tubolari nel tubolare" che chiamano " salvagente " all' interno di un unico grande tubolare del gommo . Quindi se noi seguendo il cilo di gonfiaggio gonfiamo il gommo , si presenta così :

Gonfiamo ora la prima sezione , avvalendoci del gonfiatore elettrico :

In questa foto , si può notare la forma e la lunghezza della " sezione " interna ....

Ora , gonfiamo anche l' altra sezione :


Come potete notare , si gonfiano 2 sezioni " all' interno del tubolare".

Di lunghezza , saranno circa 2/3 scarsi della lunghezza del gommo .


Immagine
Immagine

Ora una panoramica del gommo , con solo le 2 sezioni interne gonfiate ( a pressione di esercizio ) .... foto :

Come vedete , i coni e la prua rimangono " flosci " !!!!


Non vi dico la prima volta che ho gonfiato il gommo ( seguendo il ciclo di gonfiaggio suggeritomi tra l' altro dal cantiere ) !
Partendo dalle sezioni laterali , non ho visto i coni gonfiarsi , ma rimanere flosci flosci !!!

Il primo pensiero è stato : " ca@@o !!!! mi hanno dato un gommo fallato ! le camere sono rimaste incollate dentro e il cono non si gonfia !!! "
Poi ho scoperto la realtà  delle cose , continuando a gonfiare il gommo ...

Comunque , continuiamo :

Quindi , si gonfia anche la " valvola nera " ( ultima sezione o tutto il tubolare che forma il gommo ) alla pressione di esercizio di 0,18 bar e , si completa quindi il gonfiaggio " tubolari " ...

Ecco la foto :

Immagine
Immagine

Ora si gonfia il pagliolo a 0,400 bar ( io in realt√É  lo metto a 0,800 , altrimenti che alta pressione è !!!! ) .

Poi , si gonfia il paramezzale a 0,18 bar ( io lo tengo a 0,20 - 0,25 bar ) .

Quindi , ecco pronto il gommo per la navigazione , interamente gonfiato !!! Notate la discreta V di poppa di questo gommone .....
E l' unico ombrinale di scarico a " tappo " .....

La " fettuccia " di tessuto che si vede nella foto all' interno del gommo ( si nota anche per il colore bianco rispetto al grigio ciaro del pagliolo ) , serve per non " spagliolare " . Cioè , per tenere il pagliolo , che tenderebbe ad uscire quando si gonfia il paramezzale , per via della forma " arcuata" che prende , non essendo il pagliolo così rigido da rimanere steso , come lo è invece un pagliolo di compensato marino .
Molto furbescamente , nella striscia di tessuto , gli hanno incollato anche 2 agganci ( ai lati ) con 2 occhielli , interamente di tessuto , per farci passare le cime di ritenuta del bagalio .



Quando si gonfia il paramezzale , naturalmente il pagliolo tende a inarcarsi per tutta la sua lunghezza .



Particolare del pagliolo ricurvo a poppa :

Immagine
Immagine Ora , vediamo anche come si presenta la chiglia a gommone gonfio :



IMPRESSIONI SUL TRASPORTO :

Il trasporto nella sua sacca , risulta molto scomodo ( per via sopratutto della fattezza della sacca stessa , ma non di meno del peso del gommo stesso ) .

Da gonfio , per poterlo spostare da soli , bisogna usare la tecnica di posizionare il gommo su un fianco , e caricerselo su una spalla .
Paradossalmente , si riesce a movimentare meglio in questa maniera che ne riposto nella sacca .

Il motore , chiaramente bisogna montarlo una volta che il gommo è in acqua ....

Una soluzione per ovviare a ciò?

Le ruote di alaggio ......

;-)


CONCLUSIONE :

Bene ..... Questo è il Touring 340, che io ho preso per l' utilizzo principalmente in acque interne .
Utilizzo con grande soddisfazione .

Non sto a scrivere impressioni di guida o velocistiche , perchè questo post è unicamente per mostrarvi un pò + in dettaglio come è il gommo .

Spero che siate giunti a leggere sino a questa riga , e che vi sia piaciuto il lavoro .


Sicuramente risulta molto lungo da leggere , ma ho cercato di scrivere il meno possibile , per cercare di non annoiarvi .

 

By Paltos

Last revised 25/01/10

Copyright Enrico Dinon © 2004-6, All rights reserved.