Torna alla Home Page  
INDICE STORIA TECNICA RIFLESSIONI DOCS FUORIBORDO FORUM LINKS
Costruzione di un musone di prua - II - By MaxM100

Trascorse almeno 24 ore si può iniziare la fase più barbosa, la rifinitura....

Materiale necessario:

- stucco bicomponente,

- spatole per rasatura,

- carta vetrata grana 80/100/160/250/400.

- Levigatrice orbitale o un tampone da usare a mano.

Disponendo di una levigatrice orbitale il lavoro è abbastanza veloce, altrimenti bisogna armarsi di tanta pazienza e abbondante olio di gomiti e carteggiare a mano.

Dopo la prima passata grossolana con carta vetrata da 80 o 100, ho stuccato la faccia esterna con stucco bicomponente e poi ho iniziato a lisciarla con grana più fine.

L'ultima l'ho fatta a mano con carta abrasiva del 400 avvolta attorno ad un tampone ( ho usato una di quelle spugnette abrasive che vendono in diverse grane nei brico ) per impugnarla meglio, bagnando il pezzo con acqua, fino ad ottenere una superficie il più liscia possibile per poi passare alla verniciatura.

Verniciatura

Materiale occorrente:

- vernice di fondo, meglio se bicomponente, non indispensabile ma consigliata per ottenere un buon ancoraggio della vernice di finitura,

- carta abrasiva grana 400,

- tampone a mano,

- vernice bicomponente poliuretanica del colore desiderato; Si può usare anche uno smalto monocomponente ma la pellicola sarà molto più morbida e si graffierà facilmente.

- diluente specifico.

- compressore d'aria e pistola a spruzzo.

- bilancina precisa per dosare vernice e catalizzatore.

Finito di lisciare il musone l'ho pulito il meglio possibile prima con acqua e sapone poi con diluente alla nitro.

Prima ho passato una mano abbondante di fondo bicomponente data a spruzzo, trascorse 24 ore per l'indurimento totale ho passato tutta la superficie con carta abrasiva grana 400 avvolta sul tampone bagnando con acqua. Poi, asciugato tutto, ho preparato la vernice e ne ho date due mani, intervallate di un'ora per dare modo alla prima mano di iniziare a catalizzare.

In questa fase bisogna stare attenti a non eccedere con la vernice che altrimenti inizia a colare.

Se si usano prodotti a due componenti è necessaria una temperatura di almeno 20°, lavorando se possibile all'ombra e non sotto il sole a picco.

Se non si dispone del compressore secondo me può valere la pena farlo verniciare da un carrozziere, il risultato sarà impeccabile e la spesa non dovrebbe essere eccessiva, prima di verniciare a pennello ci penserei sopra.

Dopo 24 ore la vernice sarà completamente indurita e si potranno montare gli accessori necessari usando viti inox.

Incollaggio sul gommone.

Materale necessario:

- phon o termopistola da carrozziere,

- tessuto di Hypalon/neoprene del colore adatto,

- colla bicomponente adamprene super,

- carta vetrata grana 80/100,

- trielina,

- nastro autoadesivo di carta da carrozzeria,

- spatola di nylon o rullino in plastica.

Innanzitutto ho rimosso il bittone di pvc e la scritta M100 presenti sulla prua del gommone scaldandoli con il phon, se avete una pistola termica da carrozziere il lavoro è più veloce, e sollevandoli partendo dagli angoli aiutandosi con una pinza a becchi lunghi.

 

Poi ho segnato la posizione del musone sul tubolare segnandola con una matita morbida ed ho disegnato anche il perimetro delle strisce di tessuto che metterò intorno alla base del musone per rinforzare l'incollaggio.

Ho delimitato la zona da carteggiare con il nastro da carrozziere poi ho iniziato a carteggiarla con la carta abrasiva da 80 .

Sempre con la carta a grana grossa ho carteggiato la base del musone.

Dopo la carteggiatura ho rimosso la polvere prodotta ed ho sgrassato le parti da incollare con abbondante trielina, poi ho iniziato a stendere un primo strato di colla mescolata con il catalizzatore sia sulla base del musone che sulla corrispondente porzione del tubolare, evitando di passarla nella zona dive andranno applicate le strisce di rinforzo.

Trascorsi circa 10 minuti, quando la colla ha iniziato ad asciugarsi, ho passato una seconda mano di collante.

Trascorsi altri 10/15 minuti per dar modo alla colla di asciugarsi parzialmente ho posizionato il musone sul tubolare cercando di farlo coincidere con i riferimenti che mi ero segnati. Per farlo aderire il meglio possibile al tubolare ho fatto passare una cinghia con cricchetto nello scorrisagola agganciandola al golfare di prua ed a quello corrispondente messo all'interno della cala dell'ancora e l'ho messo in tensione, lasciandolo così per 24 ore, tempo necessario perché la colla catalizzi completamente.

Il giorno dopo ho preparato le strisce di tessuto necessarie per rinforzare il perimetro ed ho iniziato la stessa trafile di carteggiatura, sgrassaggio ed incollaggio già descritti.

Nel posizionare le strisce bisogna far attenzione a non lasciare bolle d'aria tra le due superfici, ho iniziato a farle aderire in un angolo del musone e le ho appoggiate alla superficie gradualmente premendole con un rullino cilindrico di plastica, quello usato dai tappezzieri. Il risultato finale è questo, mi dispiace non potervi mostrare delle foto durante le varie fasi. Purtroppo per me questa è stata la fase più complicata e non ci ho pensato.

 

By MaxM100

Last Update 13.06.2007

Copyright Enrico Dinon © 2004-6, All rights reserved.